In News, NovaFund News

Dopo anni di ricerca finalmente NovaFund Spa, in collaborazione con l’Università di Napoli “Parthenope”, è in dirittura d’arrivo per la messa a punto del nuovo sistema cibernetico: ICShield.

Si tratta di un sistema che assicura la massima cyber-sicurezza su sofisticati impianti manufatturieri ad alto rischio. L’architettura di ICShield è composta da meccanismi multilivello operanti sui sistemi SCADA, sui gateway di interfacciamento con le piattaforme di IIoT e sulle realizzazioni fin qui indicate sotto l’appellativo di fabbrica intelligente.

Le soluzioni progettate sono capaci di interagire tra loro per una maggiore correlazione dei dati al fine di identificare attacchi Zero-Day, quegli attacchi che sfruttano vulnerabilità non ancora individuate dagli sviluppatori e/o per le quali non è ancora stato reso disponibile un aggiornamento di sicurezza.

La piattaforma mette a disposizione un insieme di componenti di sicurezza a valore aggiunto, che possono essere utilizzati anche singolarmente a seconda del livello di sicurezza che si vuole garantire. Si tratta di un notevole passo in avanti per la sicurezza informatica delle aziende manifatturiere e per la sicurezza sul lavoro degli addetti.

Inoltre, ICShield è ottimamente utilizzabile anche negli impianti che producono e distribuiscono servizi di pubblica utilità (energia elettrica, gas, acqua). L’utilizzo di ICShield in tali applicazioni garantisce in ogni situazione la continuità dell’erogazione del servizio.

Il Sole 24 Ore – Speciale Fabbrica 4.0, 12 ottobre 2020

Recommended Posts
Contattaci

Per qualsiasi chiarimento saremo a tua disposizione.

Not readable? Change text. captcha txt
bando ReAttivi